Frutta e verdura

di dicembre

Arancia

Oltre ad essere una vera e propria bomba vitaminica, l’arancia è utilissima per il suo potere antiossidante.

Oltre a stimolare l'attività cerebrale, favorisce la digestione, allevia i dolori di stomaco, depura l’organismo ed assicura

un effetto calmante. Le arance apportano solo 34 Kcal per 100 grammi, perfette nei regimi dietetici che richiedono

poche calorie.

 

l'arancia
il kiwi

Kiwi

Il kiwi è un frutto davvero ricco. Contiene molta vitamina C, ha un elevato apporto di acqua, di antiossidanti e di potassio. Ottimo per lo sportivo e per l’iperteso, il quantitativo di fibra alimentare agisce positivamente sull’intestino, prevenendo la stipsi e alcune forme di colon irritabile.

Mandarini

il mandarino

I mandarini hanno proprietà simili alle arance. Hanno meno vitamina C, ma sono più ricchi di carotenoidi e di bromo, che ha proprietà calmanti e rilassanti. L'apporto energetico è notevole rispetto ad altri prodotti della stessa categoria ed è apportato quasi totalmente da fruttosio.

 

i mandarini
i carciofi

Carciofi

I carciofi sono piante tipiche del Mediterraneo e in Italia sono presenti prevalentemente nel centro-meridione. A differenza di altre verdure, contengono una quantità maggiore di proteine rispetto ai carboidrati. Per questa ragione e per l’eccellente contenuto di fibra, i carciofi hanno un indice glicemico molto basso, qualità indicata nel controllo dell'insulina per il diabetico e per l'obeso.

Cardi

I Cardi sono poco conosciuti, eppure possiedono un alto

valore nutrizionale: sono alimenti forti a livello di sali minerali e della fibra. Hanno pochissime calorie e si contraddistinguono

per il loro sapore delicato simile al sapore del carciofo e del sedano. La varietà di cardo più famosa è quella "Gobbo di Monferrato" chiamato così per la forma ad uncino.

 

 

 

 

li cardi
i radicchi

Radicchi

Il radicchio è un ortaggio ricco di acqua, fibre, vitamine e sali minerali. Il radicchio verde ha un considerevole apporto di ferro, calcio, carotenoidi, e vitamina C. Sia il radicchio rosso che il radicchio verde rappresentano un'ottima fonte di potassio e apportano anche sostanze fenoliche (molecole antiossidanti) e fitosteroli (molecole ipocolesterolemizzanti). L'apporto energetico è irrisorio

Cavolfiori

Il cavolfiore è un fiore commestibile, appartenente alla famiglia delle Crucifere. Grazie al notevole contenuto di antiossidanti naturali,  il cavolfiore crudo rappresenta un alimento anti-invecchiamento e anti-tumorale. Contiene potassio in buona quantità e apporta un'ottima razione di fibra alimentare, contribuendo a favorire il senso di sazietà.

 

il cavolfiore
il cavolo

Cavolo

Coltivato da oltre 6000 anni il cavolo è presente sia nella storia dell'alimentazione che nelle tradizioni.

Elogiato da Ippocrate, padre della medicina moderna, era già in antichità considerato un alimento curativo di primaria importanza e dalle mille virtù. Il filosofo Diogene di Sinope (412-323 a.C.) visse a lungo in una misera botte. E pare si nutrisse quasi esclusivamente di cavoli.

 

 

Barbabietole

Come tutte le radici, la barbabietola è ricca di sali minerali. E' nutriente, depurativa, ricostituente e antisettica. Favorisce la digestione stimolando la secrezione dei succhi gastrici. Digeribile e povera di calorie la barbabietola generalmente si consuma cotta, ma quando è assimilata cruda e giovane è particolarmente utile negli stati influenzali.

le barbabietole

 

le barbabietole
i broccoli

Broccoli

Originari dell'Asia minore, i broccoli sono stati importati e coltivati in Grecia e in Italia (soprattutto in meridione) sin dai tempi antichi. Contengono elevate quantità di vitamina C e di beta-carotene. Grazie a queste caratteristiche, e del relativo contenuto di antiossidanti come polifenoli, sulforafano e clorofilla, i broccoli (meglio ancora se consumati crudi) costituiscono un alimento con caratteristiche anti-tumorali

Bietole

È una pianta erbacea sia biennale sia annuale, con foglie grandi di colore verde brillante. È una varietà biologica della Beta Vulgaris. I gambi sono bianchi rossi o gialli secondo la varietà. Si può consumare tutta la pianta incluso le foglie e il gambo. Le foglie vengono raccolte quando sono ancora piccole​. È una verdura molto apprezzata dato che contiene vitamine, fibre, acido folico e sali minerali. Le foglie esteriori, che sono le più verdi, contengono la maggior quantità di vitamine e carotene.

le bietole
gli spinaci

Spinaci

Gli spinaci restituiscono vigore e forza a chi è stanco. Ricchissimi di ferro, grazie ai loro 2,9 mg di minerale per 100 grammi di prodotto fresco, detengono il primato fra gli ortaggi. Gli spinaci contengono anche una buona fonte di vitamina C, carotenoidi e clorofilla. Per questo gli spinaci hanno proprietà antiossidanti particolarmente indicati per la salute degli occhi e per le gestanti, fornendo anche un’azione protettiva verso patologie coronariche.

 

 

Cicoria

Ci sono tantissime varietà di cicoria. Un ortaggio ricchissimo  di vitamine, minerali e principi  attivi. Una caratteristica importante è quella di possedere un principio amaro che si chiama acido cicorico e stimola le secrezioni digestive. La cicoria rende più appetito e regola le funzioni del fegato, reni e intestino.

la cicoria
i finocchi

Finocchi

I finocchi, oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali, sono ricchi di princìpi attivi che li rendono particolarmente efficaci per l’inappetenza e ottimi per i reumatismi. Ricchi di  sostanze estrogeniche naturali, i finocchi hanno un effetto equilibrante sui livelli ormonali femminili, favoriscono la regolarizzazione del ciclo mestruale e la secrezione lattea oltre a prevenire il tumore al seno

 

 

Cavolo rosso

Il cavolo rosso, rispetto a quello verde, vanta un contenuto dieci volte superiore di pro-vitamine A ed il doppio del ferro.

Grazie al notevole apporto di retinoli-equivalenti (pro-vitamine) e vitamina C , potenti antiossidanti, il cavolo rosso è efficace contro i radicali liberi prevenendo l’invecchiamento dei tessuti ed alcune forme di tumore.

 

il Cavolo rosso
il pompelmo

Pompelmo

Il pompelmo è particolarmente povero di zuccheri semplici e di calorie. Apporta alte concentrazioni d'acqua e poche proteine. Il suo apporto nutrizionale è ottimo, poiché si caratterizza per un ridottissimo coefficiente energetico, con molta acqua, vitamina C, potassio

e altri antiossidanti.

 

Porri

La parte edule è rappresentata dalla parte basale delle foglie (la parte bianca), mentre viene comunemente scartata la parte apicale verde delle stesse.

L'imperatore romano Nerone fu soprannominato "il porrofago" perché era ghiotto di porri che utilizzava in gran quantità per schiarirsi la voce.

Il porro è simbolo nazionale del Galles.

 

il porro

#vogliadifrutta

l'arancia
il kiwi
i mandarini
i carciofi
li cardi
i radicchi
il cavolfiore
il cavolo
le barbabietole
i broccoli
le bietole
gli spinaci
la cicoria
i finocchi
il Cavolo rosso
il pompelmo
il porro
l'arancia
il kiwi
i mandarini
i carciofi
li cardi
i radicchi
il cavolfiore
il cavolo
le barbabietole
i broccoli
le bietole
gli spinaci
la cicoria
i finocchi
il Cavolo rosso
il pompelmo
il porro
l'arancia
il kiwi
i mandarini
i carciofi
li cardi
i radicchi
il cavolfiore
il cavolo
le barbabietole
i broccoli
le bietole
gli spinaci
la cicoria
i finocchi
il Cavolo rosso
il porro
il pompelmo
l'arancia
i mandarini
li cardi
i radicchi
Navigando nel sito acconsenti all'uso dei cookie cookie policy. OK